Hostess per fiere: quali sono le mansioni che svolge e quanto può guadagnare?

La figura della hostess è di centrale importanza quando si parla di fiere o congressi. E’ il primo biglietto da visita, fiore all’occhiello delle aziende che organizzano l’evento o la manifestazione fieristica, perché è un segno distintivo di organizzazione e funzionalità fornita alle persone che partecipano.

  1. E’ una figura coadiuvante nell’allestimento delle sale e gli stand delle fiere
  2. Fornisce materiale informativo sulla fiere e sui vari padiglioni o stand presenti, dando le prime informazioni utili ai partecipanti, svolgendo un importante lavoro di prima accoglienza
  3. Si presenta in maniera gentile alle persone, spesso anche con funzioni di interprete in caso di fiere internazionali.

In genere le caratteristiche principali delle hostess per eventi e manifestazioni fieristiche sono di bella presenza(requisito richiesto per offrire servizi di questa natura), alte di statura(anche se negli ultimi anni non è più un requisito fondamentale), una buona dote comunicativa e solarità ed una buona conoscenza della lingua italiana, e in più anche buona conoscenza di più lingue in caso di operatività per eventi e manifestazioni di tipo internazionale.

Quanto Guadagna una Hostess che lavora in fiera?

La forbice di guadagno è abbastanza ampia, a seconda degli skill in possesso della hostess stessa. C’è da precisare che ci sono differenze sostanziali tra Hostess e Promoter, soprattutto in fatto di parametri di selezione, che nel caso della promoter per eventi, fiere e manifestazioni sono meno stringenti. Anche il guadagno in questo caso è nettamente inferiore.

le Hostess per fiere vanno a guadagnare da un minimo di 80 euro al giorno fino ad un massimo di 120 euro, a seconda delle mansioni che svolgono, se c’è necessità di fornire o meno servizio in lingua straniera, o funzioni di interprete, o se si richiede la presenza come ragazza immagine.